Condizioni

Art. 1 Applicabile gamma

Valgono esclusivamente i nostri termini e condizioni generali.

Si applicano a imprenditori (14 BGB), persone giuridiche di diritto pubblico e fondi speciali di diritto pubblico.
I termini e le condizioni generali divergenti del cliente non vengono riconosciuti da noi, a meno che non abbiamo accettato la loro validità per iscritto.

I nostri termini e condizioni generali si applicano anche se effettuiamo la consegna senza riserve nella consapevolezza di divergere i termini e le condizioni generali del cliente.

Art. 2 Offerte, documenti

1. Le nostre offerte non sono vincolanti.

2. Ci riserviamo i diritti di proprietà e i diritti d’autore su immagini e disegni, calcoli e altri file e documenti;
non devono essere resi accessibili a terzi.

3. Le spese di viaggio e la tecnologia dell’impasto non sono incluse nelle nostre offerte.

Ciò vale in particolare per file e documenti contrassegnati come riservati; Prima di trasmetterli a terzi, il cliente richiede il nostro espresso consenso.

Art. 3 Prezzi, termini di pagamento, pagamento anticipato, diritto di recesso, inadempienza, diritto di ritenzione, compensazione, domanda riconvenzionale

1. Salvo diverso accordo, tutti i prezzi si intendono franco fabbrica Dieburg, esclusi trasporto, assicurazione, dazi doganali, installazione concordata, tasse estere, ecc. l’IVA applicabile. In caso di consegna concordata, la consegna è franco marciapiede presso il punto di scarico concordato. Per i servizi di montaggio, i collegamenti di alimentazione sono esp. per luce e acqua in loco a carico del cliente.

Scalpellatura, muratura e lavori elettrici sono a carico del cliente. Se un’installazione, un montaggio o una messa in servizio concordati viene ritardata non per nostra colpa, il cliente deve sostenere i costi aggiuntivi che ne derivano, in particolare i costi per i tempi di attesa e gli ulteriori viaggi richiesti dal nostro personale.

2. Per gli ordini si applica il listino prezzi valido il giorno dell’ordine, salvo diverso accordo. Se è stata concordata l’installazione, il montaggio o la messa in servizio, valgono anche le tariffe valide il giorno dell’ordine.

3. Salvo diverso accordo, le fatture devono essere saldate entro 8 giorni dalla data della fattura meno uno sconto del 2% o al più tardi entro 30 giorni dalla data della fattura al netto. Ordini di pagamento, assegni o cambiali vengono accettati solo previo accordo speciale e solo a titolo di adempimento. I costi per lo sconto e il ritiro sono a carico del cliente.

4. Se il cliente è in mora con pagamenti parziali di almeno due rate, abbiamo il diritto di far valere l’intera pretesa o di far valere la nostra riserva di proprietà e di restituire la macchina o l’impianto allo stabilimento di Dieburg.

5. Se, dopo la conclusione del contratto, si verifica un deterioramento o un cambiamento significativo delle condizioni finanziarie del cliente, che mette in pericolo la nostra pretesa al corrispettivo, o se tale situazione con il cliente esisteva già al momento della conclusione del contratto, ma è venuta a conoscenza solo in seguito rifiutiamo la nostra prestazione fino a quando non sarà stata data la considerazione.

Ciò vale in particolare per i casi in cui siano fallite misure di preclusione, proteste di cambiali o assegni, richieste di insolvenza, tentativi di moratoria, liquidazione o simili.

In questi casi, possiamo impostare una scadenza entro la quale il cliente deve fornire il corrispettivo o la garanzia. Se il corrispettivo o il deposito cauzionale non viene fornito, abbiamo il diritto di recedere.

6. Solo crediti riconosciuti o legalmente stabiliti possono essere compensati con i nostri crediti.

La domanda riconvenzionale è esclusa. Il cliente è autorizzato ad esercitare un diritto di ritenzione solo se la sua richiesta si basa sullo stesso rapporto contrattuale.

7. Il fornitore ha il diritto di vendere i crediti al factor.

Il debitore sarà informato di ciò, i pagamenti potranno essere effettuati solo al factor, estinguendo il debito, per suo conto.

Art. 4 Esonero dalla prestazione, termine di consegna, consegna parziale, diritto di recesso

1. E ‘riservato il diritto ad una tempestiva e corretta consegna autonoma, nella misura in cui non abbiamo dato garanzia di buona esecuzione, inoltre, nella misura in cui non abbiamo assunto il rischio di approvvigionamento.

2. L’inizio del termine di consegna da noi specificato presuppone la ricezione tempestiva di tutti i documenti e le informazioni che devono essere forniti dal cliente, nonché il chiarimento di tutti i dettagli dell’ordine, in particolare tutte le domande tecniche, l’approvazione dei disegni, la consegna di tutte le parti necessarie, ecc.

Questo vale anche per i servizi di assemblaggio. Le consegne parziali sono consentite purché ragionevoli.

3. Abbiamo ritardi nella consegna dovuti a cause di forza maggiore o altre circostanze per le quali non siamo responsabili, in particolare interruzioni del traffico e interruzioni operative per le quali non siamo responsabili, scioperi, serrate, carenza di materie prime, guerra, nella misura in cui non abbiamo alcuna garanzia in merito al successo del servizio e inoltre, nella misura in cui non lo facciamo Hanno assunto il rischio di approvvigionamento, non sono responsabili.

In questo caso, se non siamo in grado di consegnare entro il termine di consegna concordato, il tempo di consegna verrà esteso di conseguenza. Se, in questo caso, sussiste un ostacolo alla consegna oltre il periodo di consegna adeguatamente prolungato, abbiamo il diritto di recedere dal contratto.

4. Se non siamo in grado di rispettare il termine di consegna concordato, il cliente è tenuto, su nostra richiesta, a dichiarare entro un termine ragionevole se continua a insistere sulla consegna. Se non rilascia una dichiarazione, abbiamo il diritto di recedere dal contratto o di risolvere il contratto dopo un periodo ragionevole.

Art. 5 Trasferimento del rischio, consegna

1. Salvo diversa indicazione nella conferma d’ordine, si concorda la consegna “franco fabbrica Dieburg”.

La spedizione avviene sempre, anche in caso di consegna da luogo diverso dal luogo di adempimento – ed anche in caso di trasporto pagato e / o spedizione con proprie persone o mezzi – a rischio del cliente.

2. Se la consegna è stata concordata da noi, il cliente deve fornire personale competente in tempo utile per garantire uno scarico regolare e qualsiasi attrezzatura tecnica necessaria (ad esempio carrello elevatore).

Si presume che il veicolo possa guidare direttamente verso il luogo di scarico ed essere scaricato immediatamente. Se questi prerequisiti non vengono soddisfatti, i costi aggiuntivi risultanti verranno addebitati separatamente.

Art. 6 Reclami per vizi

1. La merce consegnata deve essere esaminata dal cliente immediatamente, al più tardi entro una settimana dalla consegna, nella misura in cui ciò sia fattibile nel normale svolgimento degli affari. Se un difetto si manifesta, dobbiamo essere avvisati immediatamente, al più tardi entro una settimana dalla consegna.

Se il cliente non ci informa, la merce si considera approvata, a meno che non ci sia un difetto che non è stato possibile identificare durante l’esame. Se un tale difetto si manifesta in un secondo momento, la denuncia deve essere effettuata immediatamente dopo che è stato scoperto, altrimenti la merce si considera approvata anche per questo difetto. Le sezioni 377 e 381 HGB rimangono inalterate.

Il cliente non è sollevato dall’obbligo di indagare, anche in caso di ricorso da parte dell’imprenditore ai sensi del § 478 BGB. Se, in tali casi, non denuncia immediatamente il difetto lamentato dal proprio cliente, la merce si considera approvata, anche per quanto riguarda tale difetto.

2. In caso di adempimento successivo in caso di difetti, siamo tenuti a sostenere solo le spese necessarie, in particolare i costi di trasporto, viaggio, manodopera e materiale, nella misura in cui questi non sono aumentati dal fatto che l’oggetto viene spostato in un luogo diverso dalla sede legale o lo stabilimento commerciale del cliente al quale è stata effettuata la consegna. (Questo numero non si applica in caso di ricorso ai sensi del § 478 BGB).

3. Le pretese del cliente per vizi, comprese le richieste di risarcimento danni, scadono in un anno. Questo non si applica in caso di ricorso ai sensi del § 478 BGB, questo non si applica nemmeno nei casi di § 438 par. 1 n. 2 BGB e § 634a par. 1 n. 2 BGB. Ciò non si applica anche alle richieste di risarcimento danni dovute a lesioni alla vita, agli arti o alla salute oa causa di una violazione dei doveri gravemente negligente o intenzionale da parte nostra o dei nostri agenti ausiliari.

Art. 7 Responsabilità per danni e rimborso spese

1. Nel caso della nostra responsabilità per danni, si applica quanto segue: un. Se i reclami si basano su una violazione dei doveri intenzionale o gravemente negligente da parte nostra o dei nostri rappresentanti o dei nostri agenti ausiliari, siamo responsabili dei danni in conformità con le disposizioni di legge. b. Fin qui sotto un. nient’altro è determinato, la nostra responsabilità per danni è esclusa.

2. Le esclusioni e limitazioni di responsabilità ai sensi del n. 1 si applica non solo alle pretese contrattuali, ma anche ad altre pretese, in particolare illecite. Si applicano anche alle richieste di rimborso delle spese sprecate invece che alle prestazioni.

3. Le esclusioni e limitazioni di responsabilità ai sensi del n. 1 non si applicano a reclami esistenti acc. Sezioni 1, 4 della legge sulla responsabilità del prodotto oa causa di lesioni colpose alla vita, al corpo o alla salute.

Inoltre non si applicano se abbiamo assunto una garanzia per la qualità dei nostri prodotti o una prestazione di successo o un rischio di approvvigionamento e il caso di garanzia si è verificato o il rischio di approvvigionamento si è materializzato.

4. Siamo responsabili dell’assunzione di un rischio di acquisto solo se abbiamo espressamente accettato il rischio di acquisto per iscritto.

5. Nella misura in cui la nostra responsabilità è esclusa o limitata, ciò vale anche per la responsabilità personale dei nostri dipendenti, lavoratori, dipendenti, rappresentanti e ausiliari. 6. L’inversione dell’onere della prova non è associata alle disposizioni di cui sopra.

Art. 8. Norme aggiuntive e divergenti per i contratti internazionali

1. Se il cliente ha la sua filiale al di fuori della Repubblica federale di Germania, Artt. 1-7 e 9 i seguenti regolamenti: un. Non siamo responsabili per l’ammissibilità dell’uso dell’articolo consegnato come previsto dal contratto secondo le normative del paese destinatario. Inoltre, non siamo responsabili per eventuali tasse ivi sostenute. b. Non siamo responsabili per ostacoli alla consegna causati da misure governative, in particolare restrizioni all’importazione o all’esportazione.

2. Se il cliente ha la sua filiale al di fuori della Repubblica Federale di Germania e se la Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti per la vendita internazionale di merci (CISG, Convenzione di Vienna sulle vendite delle Nazioni Unite) si applica nella sua versione attualmente in vigore, si applicano anche le seguenti norme: un. Modifiche o annullamenti del contratto devono essere effettuati per iscritto. b. Invece di Artt. 6 e 7: aa.

Siamo responsabili nei confronti del cliente solo per danni in conformità con le disposizioni di legge se una violazione del contratto si basa su una violazione del contratto intenzionale o gravemente negligente per la quale siamo responsabili noi, i nostri rappresentanti o agenti ausiliari.

Siamo inoltre responsabili secondo le disposizioni di legge in caso di violazione di un obbligo contrattuale essenziale. La suddetta limitazione di responsabilità non si applica a reclami esistenti secondo §§ 1, 4 della legge tedesca sulla responsabilità del prodotto o ai reclami per lesioni alla vita o al corpo causati dalla merce. bb.

Se la merce acquistata è in violazione del contratto, il cliente ha il diritto di recedere dal contratto o di ottenere una consegna sostitutiva solo se le richieste di risarcimento danni nei nostri confronti sono escluse o se è irragionevole per il cliente smaltire le merci che sono in violazione del contratto e richiedere il risarcimento dei danni rimanenti.

In questi casi, inizialmente siamo autorizzati a rimediare al difetto. Se l’eliminazione del difetto fallisce e / o comporta un ritardo irragionevole, il cliente ha diritto, a sua discrezione, di recedere dal contratto o di richiedere una consegna sostitutiva. Il cliente ha inoltre diritto a farlo se la rimozione del difetto causa un inconveniente irragionevole o vi è incertezza sul rimborso di eventuali spese sostenute dall’acquirente. cc. I reclami del cliente per vizi scadono dopo un anno.

Art. 9 Garanzia della riserva di proprietà

1. La proprietà della merce consegnata rimane riservata fino al ricevimento di tutti i pagamenti del contratto.

2. In caso di sequestri e altri interventi da parte di terzi, il cliente deve informarci immediatamente per iscritto al fine di salvaguardare i nostri diritti (ad es. Causa dal § 771 ZPO). Nella misura in cui la terza parte non è in grado di pagarci le spese giudiziarie o extragiudiziali di una causa in conformità con Per rimborsare § 771 ZPO, il cliente è responsabile per la perdita da noi subita.

3. Il cliente ha il diritto di rivendere e utilizzare la merce consegnata nel normale svolgimento dell’attività; Tuttavia, già ora cede a noi tutti i crediti derivanti dalla rivendita nei confronti dei suoi clienti o di terzi per l’importo del valore della merce soggetta a riserva di proprietà, indipendentemente dal fatto che la merce consegnata sia stata rivenduta senza o dopo l’elaborazione. Il valore della merce riservata è l’importo finale della fattura concordato con noi (IVA inclusa).

Se i beni riservati rivenduti sono in nostra comproprietà, la cessione dei crediti si estende fino all’importo corrispondente alla nostra quota nella comproprietà.

Il cliente non è autorizzato a vendere la merce in altro modo, in particolare a pignorarla o cederla in garanzia.

4. Il cliente resta autorizzato a riscuotere il credito dalla rivendita, anche successivamente alla cessione, fino a revoca da parte nostra. La nostra autorità di riscuotere la richiesta stessa rimane inalterata.

Tuttavia, ci impegniamo a non riscuotere il reclamo ea non revocare l’autorizzazione del cliente a riscuotere fintanto che il cliente adempie ai suoi obblighi di pagamento dai proventi ricevuti, non è in ritardo nel pagamento, non ha presentato istanza di insolvenza o non ha sospeso i pagamenti.

In tal caso, tuttavia, possiamo richiedere al cliente di notificarci i crediti ceduti e i loro debitori, fornire tutte le informazioni necessarie per l’incasso, consegnare i documenti associati e notificare al suo debitore la cessione.

5. La lavorazione o trasformazione della merce consegnata da parte del cliente viene sempre eseguita per noi. Il diritto del cliente alla merce consegnata continua sull’articolo convertito.

Se la merce consegnata viene elaborata con altri articoli che non ci appartengono, acquisiamo la comproprietà del nuovo articolo nel rapporto tra il valore oggettivo della merce consegnata e gli altri articoli lavorati al momento della lavorazione.

Lo stesso vale per l’articolo creato tramite l’elaborazione come per le merci consegnate sotto riserva.

6. Se le merci fornite sono inscindibilmente mescolate, miscelate o combinate con altri articoli che non ci appartengono, acquisiamo la comproprietà del nuovo articolo nel rapporto tra il valore oggettivo delle merci consegnate agli altri articoli al momento della miscelazione, miscelazione o combinazione.

Se il processo viene eseguito in modo tale che l’articolo del cliente debba essere considerato l’elemento principale, si conviene che il cliente trasferisca a noi la comproprietà proporzionale e manterrà per noi la proprietà esclusiva o la comproprietà gratuitamente.

7 ° Ci impegniamo a svincolare i titoli a cui abbiamo diritto su richiesta del cliente nella misura in cui il valore di realizzo dei nostri titoli supera i crediti da garantire di oltre il 10% o l’importo nominale di oltre il 50%; la selezione dei titoli da svincolare spetta a noi.

Art. 10 Legge applicabile, luogo di esecuzione, foro competente

1. Al presente contratto si applica la legge della Repubblica Federale di Germania.

2. Il luogo di esecuzione di tutti i servizi del presente contratto è 64807 Dieburg.

3. Per i contratti con commercianti, persone giuridiche di diritto pubblico, fondi speciali di diritto pubblico e con stranieri che non hanno un foro nazionale, il foro competente è 64807 Dieburg. Tuttavia, ci riserviamo il diritto di citare in giudizio presso la sede del cliente.

Art. 11 Varie

Qualora una disposizione del presente contratto fosse o diventi inefficace, ciò non pregiudica l’efficacia delle altre disposizioni del presente contratto.

In tal caso le parti sono obbligate a sostituire la disposizione inefficace con una disposizione che corrisponda economicamente a quanto le parti avrebbero convenuto se avessero saputo dell’inefficacia.